Dal più grande al più piccolo

meravigliosa animazione

Navigando in qua e in là mi sono imbattuta in Tissy Tech, un blog con molta tecnologia, giochi e animazioni. Curiosando fra queste ultime, ne ho trovata una spettacolare, che  vi propongo . E’ una versione contemporanea del video potenze di dieci , quello tratto dal libro  omonimo della Zanichelli pubblicato nel 1986. Sia l’uno che l’altro sono stati per anni  la mia  fonte di ispirazione primaria quando si trattava di presentare agli studenti quella spinosa parte del programma, che riguarda grandezze, dimensioni, unità di misura:

quelle dieci paginette con cui iniziano tutti i libri di testo e che dovrebbero, in larga parte, costituire un ripasso di conoscenze perfettamente cristallizzate nel corso del tempo.

In realtà, tutti gli anni mi accorgo che non c’è nulla di cristallizzato, ma  molti concetti sono evaporati senza lasciare traccia. E così, la lunghezza di un banco può passare tranquillamente dai 20 cm ai 200 m nell’arco di un’ ora e questo senza che noi si attraversi alcun varco spazio- temporale,  un cucchiaino da caffè può contenere  650 g di zucchero perchè è risultato così sulla calcolatrice,  il monte Bianco arriva a  4000 Km di altezza perchè c’è scritto sul libro .

In pratica, quello che i miei studenti mi presentano tutti gli anni è un delizioso mondo pieno di incredibili paradossi dimensionali degni del miglior Lewis Carroll. Ma mentre Alice a un certo punto si sveglia dal suo meraviglioso viaggio, alcuni ragazzi rimangono intrappolati in quel regno fantastico e riportarli alla banalità del quotidiano non è così semplice.

Per quanto incredibile, bilance, righelli e  cilindri graduati non sempre sono armi efficaci, occorre molto tempo prima che imparino a usarle correttamente e nel frattempo si tenta di allenare la misurazione a “occhiometro” e abituare alla stima delle grandezze.

A volte penso che tutto ciò avrebbero già dovuto farlo. Poi credo che l’abbiano già fatto e resettato. E il mio pessimismo di fondo mi suggerisce che resetteranno ancora e sarà l’ultima volta perchè poi nessuno chiederà loro di  misurare  ma di  pagare, magari  per quei 650 g di zucchero da mettere nel caffè.

Annunci

Informazioni su spanni

prof. di chimica
Questa voce è stata pubblicata in 1Agra, approfondimenti, didattica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...