La lettera

La buona notizia del venerdì

Ci sono giorni in cui questo mio lavoro mi mette di pessimo umore e contribuisce ad annerire ancora un po’ la visone piuttosto tenebrosa che ho del mondo.

Ci sono giorni  in cui questo mio lavoro mi costringe a riflettere e preferirei non farlo.

Ci sono giorni in cui questo mio lavoro mi sembra un po’ meno inutile  e penso  quasi che sia bello.

Oggi è uno di quei giorni

Ore13. Mi sono molto stupita quando i ragazzi della quinta M hanno radunato nell’aula tutti i loro professori, vecchi e nuovi  e hanno letto  una lettera. Non me lo aspettavo: non mi aspettavo  sentissero il bisogno di comunicare con noi e non mi aspettavo fossero così emotivamente coinvolti invece… Riporto qui il testo del loro scritto e sento ancora  quello strano, insospettato nodo alla gola mentre lo rileggo

Cari Prof,

dopo questi 5 lunghi anni in cui ci avete sopportato, crediamo sia arrivato il momento di ringraziarvi per tutto quanto.

Siamo arrivati in questa scuola spaventati dal’inizio di una nuova avventura; eravamo piccoli e affascinati dal nuovo ambiente che ci avrebbe accolto e cresciuti per i 5 anni seguenti.

I questi anni ne abbiamo passate di tutti i colori, o meglio, ve ne abbiamo fatte passare di tutti i colori, soprattutto negli ultimi due in cui siamo diventati un’unica classe, con mille problemi e incomprensioni, ma abbiamo imparato a convive vere l’uno con l’altro e ora che è arrivata la tanto attesa fine, non ci vorremmo più lasciare.

E’ proprio questa la cosa strana: si inizia tutto con una gran voglia di voler finire la scuola pensando:” Finalmente liberi! Niente più matematica, niente più studio!”. Poi, si arriva in quinta e l’atteggiamento cambia e si vorrebbe rifare tutto da capo.

Crediamo sia esattamente questo sentimento, questa nostalgia che ci dà conferma del fatto che qui, in questa scuola, abbiamo avuto tutto ciò che c’è di meglio, abbiamo instaurato  un rapporto con voi Prof che difficilmente si instaura in altre scuole. Alla fine di tutto, tirando le somme , non siamo solo persone costrette a star nello stesso ambiente, siamo un po’come una “ grande famiglia”: ci si sopporta e supporta a vicenda,  si passano momenti tristi e felici, si condividono mille esperienze … tutto insieme.

C i avete cresciuti e ci avete trasmesso il meglio di voi, anche quando credevate fossimo un branco di teste vuote e ci prendevate in giro dicendo  che nella nostra testa c’era un criceto in prognosi riservata! In questi 5 anni ci avete visti crescere, maturare ( più o meno). E’ vero, vi abbiamo fatto esasperare, ma sappiamo che, in fondo, non avete mai smesso di credere in noi. Ed è questo che ci dà la forza di andare avanti: non avete mai smesso di credere che , in questo mondo che ogni giorno distrugge la gioventù , levando ad essa ogni speranza, ogni futuro, noi avremmo potuto trovare un piccolo posto. Questo solo grazie a voi e alla vostra pazienza.

Speriamo davvero tanto di rimanervi nel cuore, perché per noi sarà così.

Grazie mille di tutto quanto, di averci dedicato anima e corpo, di averci sopportato, di averci sgridato quando andava fatto, di averci spronato e averci preparato alla vita, quella vera.

Ancora una volta, GRAZIE.

Grazie a voi, cari ragazzi,

grazie  per avermi ricordato che cosa significhi  essere un’ insegnante.

Auguro a tutti voi di trovare in questo complicato mondo,  un vostro luogo, bellissimo  e pieno di luce   e di essere incredibilmente felici.

In bocca al lupo !

Informazioni su spanni

prof. di chimica
Questa voce è stata pubblicata in approfondimenti, didattica, La buona notizia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a La lettera

  1. Pingback: * La buona notizia del venerdì | Laurin42

  2. laurin42 ha detto:

    Quale migliore ” buona notizia ” per l’iniziativa del venerdì?
    Se hai tempo fai un link al mio post.
    Bacioni
    Love
    L

    Mi piace

  3. laurin42 ha detto:

    E’ venuto il nodo in gola anche a me, cara Margerita!
    E’ il più bel regalo che un insegnante possa avere, constatare che il proprio lavoro ha risvegliato la scintilla della coscienza nei ragazzi che costruiranno il futuro prossimo!
    Complimenti! Un abbraccio forte forte.
    Love
    L

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...