Cristalli! Ametista

Ho pochissimo tempo. giusto quello sufficiente a lasciarvi questa poesia dedicata alla mia pietra preferita: l’ametista. E’ solo un minuscolo assaggio di quanto trovrete  nella mostra Cristalli! in corso a Padova e organizzata nell’ambito delle manifestazioni per l’anno internazionale della cristallografia.

poesia sull' ametistacristalli di ametista  Non posso però lasciarvi senza  dar voce alla mia parte prosaica, che mi obbliga a informarvi  che questi meravigliosi cristali sono una varietà di quarzo. Non contenta voglio anche lasciarvi questa frase di  Kurt Nassau autore di un interessantissimo articolo sull’ Origine dei colori, contenuto in un prezioso fascicolo dei quaderni  delle Scienze ( Luce, colore e materia):

” Sono gli elettroni che rendono il mondo colorato interagendo con le radiazioni visibili di diversa lunghezza d’onda”

E anche nel caso dell’ametista è così.

Il  magnifico colore viola del quarzo ametista è dovuto alla presenza di impurezze di atomi di ferro che, nel reticolo cristallino del quarzo (SiO2) sostituiscono qualche  atomo di silicio. Complessi meccanismi dovuti alla differenza di elettroni di valenza, fra silicio +4 e ferro +3, danno origine  a un centro di colore formato da  una buca cioè dalla mancanza di un elettrone. L’elettrone rimasto spaiato ha così la possibilità di spostarsi lungo una serie di livelli eccitati, dando origine al colore. L’ ametista riscaldata a 500°C diventa quarzo citrino ( giallo) o un raro quarzo verde. Entrambi questi colori sono dovuti alla presenza del ferro trivalente e alla coseguente formazione del centro di colore.

Un’ultima cosa: il nome composto da a- alfa privativo- e  methustes – ubriaco-   si riferisce probabilmente al fatto che si attribuisce l’ametista la proprietà di evitare l’ubriachezza; forse perché  l’acqua, bevuta in una coppa di ametista,  ha lo stesso colore del vino, ma sicuramente non gli stessi  effetti!

Il mito di Dioniso  e della ninfa Ametista trasformata da Artemide in freddo e limpidissimo  cristallo per sfuggire al troppo focoso dio,  ci illustra  come la pietra abbia acquisito questa virtù. Dioniso,  infatti, piuttosto alterato per la trasformazione della bella ninfa, le lanciò addosso una coppa di vino e il limpido cristallo, divenne violetto. Dioniso, allora, calmati  all’istante i bollenti spiriti, diede alla pietra la proprietà di preservare dall’ubriachezza chiunque la indossasse.

Il suo colore, che ricorda il blu del cielo diluito nel rosso del sangue ( di Cristo e dei martiri) trasformò, nel Rinascimento, l’ametista in pietra episcopale e in  simbolo di umiltà. Divenne poi ornamento della croce dell’Inquisizione.

Quella che vedete qui sotto, invece,  è simbolo dell’amicizia che lega un piccolo gruppo di donne accomunate dall’inguaribile vizio della scrittura.

ametista dell' amicizia

ametista dell’ amicizia

Annunci

Informazioni su spanni

prof. di chimica
Questa voce è stata pubblicata in approfondimenti, chimica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Cristalli! Ametista

  1. laurin42 ha detto:

    Una sua proprietà molto importante è quella di purificare o rigenerare gli altri cristalli, che a questo scopo, dopo essere stati lavati sotto l’acqua corrente, dovrebbero essere posti su un blocco (più correttamente definito “drusa”) di Ametista.
    Le druse di ametista, per la loro particolare composizione e dimensione, raramente hanno a loro volta necessità di essere purificate o ricaricate.
    Una piccola drusa in un angolo di una stanza rigenera l’energia. Io ne tengo una in ogni stanza.
    Sono una appassionata delle pietre dure e delle loro proprietà curative. Ne ho molte sparse per casa. Sono nostre affettuose compagne di viaggio. Sempre pronte a sacrificare la loro energia potenziante per noi tanto da spaccarsi, sempre pronte a scambiare energia con chi è in sintonia.
    Love
    L

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...