Primo Levi: poesia

primo Levi11 aprile 1987/11 aprile 2016

Ventinove anni fa moriva Primo Levi.

Questa è l’ultima delle poesie composte tra  il settembre 1984 e il gennaio 1987, pubblicate sul quotidiano La Stampa e raccolte nel volume:

Primo Levi – Ad ora incerta – Garzanti 2013

 

 

Almanacco

Continueranno a fluire a mare

i fiumi indifferenti

o a valicare rovinosi gli argini

opere antiche di uomini tenaci.

Continueranno i ghiacciai

a stridere levigando il fondo

od a precipitare improvvisi

recidendo la vita degli abeti.

Continuerà il mare a dibattersi

captivo tra i continenti

sempre più avaro della sua ricchezza.

Continueranno il loro corso

solo stelle pianeti e comete.

Anche la Terra temerà le leggi

immutabili del creato.

Noi no. Noi propaggine ribelle

di molto ingegno e poco senno,

distruggeremo e corromperemo

sempre più in fretta;

presto presto, dilatiamo il deserto

nelle selve dell’ Amazzonia,

nel cuore vivo delle nostre città,

nei nostri stessi cuori.

2 gennaio 1987

Informazioni su spanni

prof. di chimica
Questa voce è stata pubblicata in approfondimenti, didattica e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...