SOS

Dubbi, perplessità, voglia di saperne di più? Ecco questo è lo spazio che da questo momento avete a disposizione per fare domande e chiedere chiarimenti.

Potete farlo utilizzando i commenti o  mandando una mail a

marghe.spa@libero.it

Vi aspetto!

Salve prof,
le auguro Buon Natale e Felice Anno Nuovo!!!!!!!!
Le volevo chiedere una domanda riguardo i calcoli dei numeri d’ossidazione dei ossiacidi con valenza superiore al 1, perchè con il compito che lei c’ha assegnato non ha avuto assolutamente nessun problema ho già dato sia i nomi che le formule di ogni ossiacidi con rubidio, stronzio,scandio,zirconio,molibdeno e tecnezio ma ho dei dubbi come si procede al calcolo del numero di ossidazione.Le dico come procederei io:
esempio:
NITRATO DI MOLIBDENO => Mo(NO3)6 => Mo6+   6NO31– => numero di ossidazione:
                                                                                             3×6=18 (6 la valenza del molibdeno x il tre atomi di ossigeno)
                                                                                             18x(-1)= -18 (il risultante del calcolo precedente per -1)
                                                                                          poi sono incerta come continuare….
scusi per il disturbo buon proseguimento di vacanze e la ringrazio anticipatamente Irene  IVM
Risposta
Il metodo potrebbe essere questo: impostare una piccola equazione.
Come hai  correttamente individuato  il numero di ossidazione del molibdeno è +6
Mo= +6
Il numero di ossidazione dell’azoto è incognito e lo indichiamo con x. Gli atomi di N nella molecola sono 6 quindi
N= 6X
Il numero di osidazione dell’ossigeno è -2 e ci sono 3.6 = 18  atomi di ossigeno
O= 18 (-2) = -36
quindi sapendo che il numero di ossidazione totale della molecola deve essere = 0 posso scrivere
+6 +6x-36=0
6x= 36 – 6
x = 30 /6
x= +5
 Il numero di ossidazione di N in quella molecola è +5
Spero di esserti stata d’aiuto.
buone feste anche a te Irene!
Annunci

4 risposte a SOS

  1. hajar ha detto:

    prof. non ho capito bene l’impostazione della relazione quella che dovremo fare per la prossima settimana

    Mi piace

    • spanni ha detto:

      Un’idea potrebbe essere questa: la prima esperienza può essere usata come introduzione in cui si spiega cosa e’ un miscuglio e come si può distinguere tra un miscuglio omogeneo e uno eterogeneo. Poi la seconda esperienza puoi usarla per spiegare alcuni metodi di separazione dei componenti del miscuglio eterogeneo e spiegare come da acqua sporca si può arrivare ad acqua limpida. Come terzo punto puoi chiederti se quell’acqua limpida e’ un miscuglio omogeneo o una sostanza pura e spiegare le prove fatte con il voltmetro. Dimostrato che l’acqua limpida e’ un miscuglio omogeneo spiegare la distillazione, il distillatore e dimostrare che quella che si ottiene alla fine del processo di distillazione e’acqua pura. Questo è’ lo schema:tu puoi elaborarlo come vuoi. Devi solo dimostrare che hai capito quello che abbiamo voluto fare in laboratorio. Buon lavoro!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...